L’utilizzo di linkedin nella strategia aziendale.

linkedin

 

 

 

 

 

 

 

 

Linkedin è ormai diventato il social network di riferimento per aziende, professionisti e, più in generale, per chi desidera sfruttare il web per migliorare la visibilità delle proprie esperienze lavorative. Molto più professionale rispetto a piattaforme social quali facebook o twitter, fornisce la possibilità di confrontare e condividere, tramite gruppi, le proprie competenze e di partecipare a discussioni tematiche.

Ma in che modo può essere inserito linkedin nella strategia aziendale? Senza dubbio è in grado di fornire maggiori opportunità a chi desidera per dare luce al proprio lavoro. Articoli, comunicazioni e in primo luogo le pagine vetrina sono create appositamente. È un efficace mezzo per contattare potenziali clienti o collaboratori in generale, una bacheca importante dove farsi conoscere e confrontarsi con esperti del settore e professionisti. Ideale, e studiata apposta per le aziende è la versione premium del social (a pagamento).

Tra i numerosi vantaggi riservati da questa tipologia di account ritroviamo, senza dubbio, la possibilità di ottenere un incremento della lead generation, inoltre, curare i contenuti in modo oculato permette di aumentare la brand reputation. Proviamo a inoltrarci nello specifico delle varie funzioni:

  • Possibilità di raggiungere il target ideale per l’azienda.

La versione premium di linkedin è dotata di filtri che permettono di impostare la ricerca in modo che sia pertinente ai nostri obiettivi. Partendo da una semplice parola chiave, sarà poi possibile impostare criteri più specifici quali ad esempio le funzioni e le dimensioni dell’azienda. Otterremo dei risultati che visualizzeranno un elenco di utenti contattabili direttamente.

 

  • Chi ha visualizzato il nostro profilo?

Sotto questo punto di vista, la versione premium si differenzia parecchio da quella gratuita. Le informazioni fornite variano dal numero di visite ricevute, a quante volte è comparso il profilo sui motori di ricerca, passando dalle parole chiavi che hanno permesso al nostro profilo di apparire nelle ricerche, fino alla provenienza specifica dei vari visitatori.

 

  • Contattare i potenziali clienti tramite messaggi in email.

Se la versione basic presenta vari blocchi sotto questo punto di vista (è possibile contattare solo determinate tipologie di utenti che conosciamo personalmente), quella premium ci permette di superarli, inviando un numero di messaggi che varia in base al piano che abbiamo selezionato.

 

Riteniamo l’utilizzo di linkedin in un contesto di strategia aziendale molto importante, sia per migliorare quella che è la visibilità sul mercato, che per ottimizzare la propria reputazione online. Coltivate giornalmente il profilo, tramite inviti rivolti ad amici e professionisti del settore, accompagnate a questo un costante monitoraggio delle statistiche relative a visite, profili interessati e contenuti. Piccoli passaggi per una brand reputation sempre più valida.

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *