Tecnologia immersiva e AI bussano alle porte del giornalismo.

I mondo del giornalismo e dell’editoria stanno cambiando radicalmente grazie alla dirompente intelligenza artificiale, AI, e la tecnologia immersiva a 360 gradi.

Il modo di comunicare un fatto si è modificato radicalmente nel corso degli anni: sono cambiate le abitudini delle persone, i mezzi di comunicazione, le distanze. Pensiamo al passato ‘900, le persone si scambiavano fatti e informazioni quando si incontravano per strada o nei negozi e leggevano notizie dalle veline. L’avvento della radio e poi della TV hanno velocizzato la diffusione delle informazioni e hanno ampliato le distanze, infine interne e i social media hanno da una parte penalizzato la comunicazione fisica tra persone avvantaggiando le reti social sul web, la comunicazione non ha più una barriera spaziale e la diffusione della news è pressoché immediata. Ad esempio, oggi in pochissimo tempo possiamo scoprire la notizia di un attentato avvenuto dall’altra parte del mondo digitando sul web o leggendo le notizie da Facebook o Twitter, oppure ci basta avere Skype o Facebook per avere notizie di un amico o parente che per lavoro o vacanza è lontano da noi. E le nostre abitudini sono cambiate, oggi siamo molto più sensibili ai fatti, ad esempio siamo colpiti da un evento che accade in America o Siria mentre prima non eravamo nemmeno a conoscenza di quello che accadeva fuori dalla nostra Regione o dall’Italia.

A partire dagli anni ’40 ad oggi sono stati effettuati moltissimi studi sulla veicolazione di una notizia, il modello matematico di Shannon e Weaver è quello più semplice ma che racchiude ancora oggi i punti focali di una comunicazione corretta mentre oggi i modelli sono molto più articolati, vengono inclusi codifiche e decodifiche, lingue e linguaggi, background culturali, approcci al digital e molto altro ancora.

Modello matematico Shannon-Weaver

L’innovazione delle tecnologie ha mutato radicalmente le abitudini delle persone e la diffusione del messaggio.

L’intelligenza artificiale AI e la tecnologia a 360 gradi immersiva hanno portato un grandissimo miglioramento nel modo di comunicare un fatto nelle redazioni giornalistiche.

Le ultime gopro, le camere a 360 gradi e i droni permettono al giornalista di realizzare un servizio molto più dettagliato e ricco di approfondimenti regalando allo spettatore emozioni uniche. Pensiamo ai servizi legati alla cultura e alla natura. Con un drone a 360 gradi, un reporter può riprendere la quotidianità degli animali senza disturbarli riuscendo a cogliere anche dei momenti unici come cuccioli che giocano o il corteggiamento.

Un orso bruno osserva un drone guidato da un visitatore del rifugio per animali recuperati dai circhi e ristoranti, vicno a Zhytomyr, in Ucraina (SERGEI SUPINSKY/AFP/Getty Images)

I video a 360 gradi permettono di far conoscere il modo di lavorare degli articolisti all’interno di una redazione o gli archivi storici.

L’Intelligenza artificiale invece sta trasformando il modo di vivere nella redazione e il giornalismo con la stesura degli articoli.

Il giornalista di oggi non è solamente bravo a scrivere e ricercare immagini ma deve conoscere la realtà virtuale, il coding, deve avere buono spirito di raccolta dati e fiuto per la notizia che crea appeal. Francesco Paulo Marconi, giornalista che per molti anni ha lavorato in AP Associated Press, è stato intervistato da Mara Accettura per D La Repubblica, lui informa di utilizzare l’AI per ottimizzare il lavoro. Pezzi sugli andamenti economici e statistici, risultati sportivi o notizie con molti dati e numeri occupano solo tempo per chi fa cucina redazionale, l’AI aiuta nella stesura di questi pezzi così che i giornalisti possano dedicarsi a inchieste e notizie multimediali.

La tecnologia immersiva sta diventando di uso quotidiano sul web, Facebook ha modificato l’algoritmo per ospitare foto e video a 360 gradi, molti siti web stanno lavorando per fornire contenuti virtuali a 360 gradi. Durante il Salone Internazionale del Libro di Torino 2016 e durante SMAU Torino e Milano 2016 è stato presentato un nuovo ed esclusivo modo di leggere e sfogliare contenuti multimediali: Evolvo. Per la prima volta un libro digitale può essere letto e sfogliato solo con il movimento della testa senza usare il touch. Evolvo è per tutti, scopritelo qui in versione desktop.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Technological innovation: adult industry and its role in 360° video business.

In the last years, 360° related technologies, virtual and augmented realty are growing very fast, getting interest from a reference market searching for a mixed reality.

Day after day these technologies found practical applications such as in videogaming or museums. Here we are going to address particularly a business area that, historically, has always represented a pioneer actor in technological innovations: adult industry.

Adult entertainment always got a key role in pushing companies in investing in technological innovations, testing different prototypes that would have likely never appear on market if not adopted by this business. Writer and journalist Patchen Barss, in its book “The Erotic Engine” shows how adult industry had an huge impact in a product that has been for long in all our houses, the video recorder: the author says that, considering several sociological parameters measured in that specific period, it can be supposed that, without the support of adult industry, it would probably never become a mass consumed product. Speaking more generally Barss said “Pornography exerts a disproportionate influence over technologies at the stage when they are new and glitchy and expensive and difficult to use” and “They create an initial market that allows them to develop to the point where they’re ready for the mainstream.”

Today, although light years seem to have passed since the introduction on market of the video recorder and it is clear that technology is deeply changed in the meanwhile, innovation mechanics and investments in technological research remained unchanged. As mentioned, today’s video-related technologies are evolving into 360° and virtual reality applications which allows users to completely immerge themselves into the digital scenes. These technologies are getting applications in different areas: culture, medical and videogaming, for instance. Once again, adult industry it’s leading this innovation.An evidence of how adult industry is pioneering in this technological area is the exponential growth in the number of 360° video portal. These portals, allows users to watch their contents using several different VR devices, as we discussed in a previous article. At the same time, a market targeting adult entertainment-oriented devices is emerging, offering tools projected to enhance this type of experience. A leader in the 360° adult video portals is vrporn.com, which is an aggregator of adult VR material and has a blog giving updates to the community on new technologies about virtual reality.

Among the new technologies that are growing in virtual reality and 360° applications Coperniko has some unique features, defining a new way of enjoying every kind of multimedia content. It allows users to move their virtual point-of-view in 360° video and to zoom on portions of it just tracking their natural movements of the head, hands free. Every business area can benefit from this technology, giving accessibility and virtual immersion, deviceless and free from any kind of cable. It does not need any software installation being directly usable on the web. A demonstration on how this technology works can be found here.

In the end, today as yesterday, adult industry has a key role anticipating the times promoting emerging technologies related to new medias. Speaking about VR innovation that are still developing, we can cite an article from vrporn.com “Coperniko is a small but significant step towards wide-scale adoption of 360 videos”.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Facebook, alcuni consigli per fare una promozione digitale.

Promozione su Facebook, campagne digital, ADS: sono questi termini che spesso vengono utilizzati per mettere in evidenza servizi o prodotti sul web. Come fare per partire da zero e trovare una buona linea di comunicazione?

La maggior parte delle persone pensa che, più si spende budget e più la promozione sarà efficace, ma non è del tutto vero, è fondamentale pensare e pianificare una strategia di lancio.

Come impostare una campagna PpC (pay per click) che possa dare un buon rendimento? Ecco alcuni consigli pratici per iniziare a utilizzare uno dei social media più utilizzati al mondo!

  1. Partenza

Pensa attentamente a cosa e quando vuoi proporre i tuoi contenuti. Cerca di capire la differenza tra la “colonna destra”, l’audience network, la diffusione dei contenuti su Instagram. A seconda del tuo obiettivo potrai utilizzare Instagram o solo Facebook, potrai escludere i dispositivi Mobile o includerli. La colonna destra è importante per rafforzare ulteriormente la tua promozione.

  1. Funnel

Ultimamente Funnel è un termine molto utilizzato quando si parla di lead generation. Funnel è un termine utilizzato in marketing per indicare gli step per far diventare cliente il lead freddo. Così come un imbuto rovesciato, la tua comunicazione deve prima raggiungere tante persone e poi agire per avere conversioni.

Una campagna dovrà seguire le regole del funneling, attirare, emozionare, convertire e chiudere. La piattaforma di Facebook ti aiuta a colpire il tuo pubblico: da una campagna di visibilità a quella di generazione traffico fino alla conversione. In base ai tuoi obiettivi e allo stato di discesa nell’imbuto, prova a testare differenti campagne: prima attrai con campagne di branding, poi incuriosisci l’utente e avvicinalo al prodotto con la campagna di conversione, spingilo a cliccare per acquistare il prodotto.

  1. Post sulla pagina

La pagina Facebook deve lavorare insieme al post che vuoi promuovere altrimenti lasci la tua comunicazione a metà. Scrivi e pubblica post informativi sulla pagina, metti in evidenza le informazioni dell’azienda, le tue attività soprattutto in una fase iniziale di promozione e interazione della pagina (like su pagina o like su post). Queste informazioni non sponsorizzate avvicineranno maggiormente il pubblico freddo.

  1. Creatività

Il pubblico di Facebook e Instagram ama le immagini e vuole leggere poco testo. Concentrati su un’immagine colorata, accattivante, interessante e con poco testo e inventa un copy divertente e attraente. Cerca di dare tutte le informazioni all’utente in modo chiaro e semplice, fornisci i costi e metti in evidenza la scadenza della promozione altrimenti l’utente potrà confondersi e avrà una percezione negativa della tua comunicazione.

Come incrementare il tuo ROI

Queste piccole pillole permettono di affacciarti sul mondo delle ADS Facebook. Ci sono tantissimi altri accorgimenti per organizzare una strategia performante e vincente per incrementare il tuo ROI. Per fare un buon lavoro clicca qui, i consulenti di nuovo modello di marketing potranno organizzare una campagna vincente!

Parla su Facebook usando strategie vincenti.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Tecnologia 360: con Coperniko video immersivi alla portata di tutti

Coperniko è un algoritmo web che permette di fruire foto e video a 360 gradi con il movimento della testa, senza utilizzare visori esterni o vr kit.

Negli ultimi giorni ci siamo soffermati molto a parlare di tecnologia immersiva, video e foto a 360 gradi ed abbiamo valutato i pro e i contro dei nuovi visori e nuovi softwareritenendo Coperniko un prodotto assolutamente valido e conveniente.

Cos’è Coperniko e come è stato pensato?

Coperniko è un algoritmo web che è stato lanciato e brevettato a fine 2015 ed è stato creato per poter vivere la realtà immersiva a 360 gradi senza usare cardboard o altri visori per la realtà virtuale ma semplicemente interagendo con il proprio pc tramite una webcam.

L’utente potrà godere di una visione a 360 gradi immersiva perché si muoverà all’interno del video con i movimenti naturali della testa, infatti, il video a 360 gradi segue l’utente verso destra o sinistra, in alto o basso. È possibile guardare un dettaglio del video avvicinando la testa al monitor facendo quindi uno zoom.

L’interazione unica con i video a 360 gradi rappresenta l’innovazione tecnologica che permette a chiunque di vivere una scena immersiva.

Gli utenti che non vogliono avere ingombranti visori o cardboard e vogliono gustare una scena a 360 gradi ascoltando anche le musiche o i dialoghi del video possono scegliere Coperniko perché è un algoritmo che dona la migliore interazione e fruibilità del contenuto immersivo.

Come usare Coperniko?

Coperniko è molto semplice ed intuitivo da utilizzare e chiunque può provarlo, dal più nerd e geek fino alla persona che ha poca praticità con il computer e le tecnologie immersive. Oggi in molti settori si sta utilizzando la tecnologia a 360 gradi, dai nuovi giochi per console e PC al mondo del porno. I vantaggi di Coperniko sono molteplici, pensate di guardare un nuovo teaser di Skyrim VR, con la testa vi muoverete nel mondo fantasy, potrete camminare nei boschi o tra le vie di Solitude o Markarth e nel frattempo prepararvi a cambiare video con il pad avendo le mani libere. Oppure pensate di guardare una scena di un film, potrete spostarvi nelle stanze, seguire gli attori e zoomare su un dettaglio a voi piacevole solo usando la testa e tenendo le mani libere per mangiare pop corn.

Volete provare? Cliccate qui!

video-360

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS