Tecnologia 360: con Coperniko video immersivi alla portata di tutti

Coperniko è un algoritmo web che permette di fruire foto e video a 360 gradi con il movimento della testa, senza utilizzare visori esterni o vr kit.

Negli ultimi giorni ci siamo soffermati molto a parlare di tecnologia immersiva, video e foto a 360 gradi ed abbiamo valutato i pro e i contro dei nuovi visori e nuovi softwareritenendo Coperniko un prodotto assolutamente valido e conveniente.

Cos’è Coperniko e come è stato pensato?

Coperniko è un algoritmo web che è stato lanciato e brevettato a fine 2015 ed è stato creato per poter vivere la realtà immersiva a 360 gradi senza usare cardboard o altri visori per la realtà virtuale ma semplicemente interagendo con il proprio pc tramite una webcam.

L’utente potrà godere di una visione a 360 gradi immersiva perché si muoverà all’interno del video con i movimenti naturali della testa, infatti, il video a 360 gradi segue l’utente verso destra o sinistra, in alto o basso. È possibile guardare un dettaglio del video avvicinando la testa al monitor facendo quindi uno zoom.

L’interazione unica con i video a 360 gradi rappresenta l’innovazione tecnologica che permette a chiunque di vivere una scena immersiva.

Gli utenti che non vogliono avere ingombranti visori o cardboard e vogliono gustare una scena a 360 gradi ascoltando anche le musiche o i dialoghi del video possono scegliere Coperniko perché è un algoritmo che dona la migliore interazione e fruibilità del contenuto immersivo.

Come usare Coperniko?

Coperniko è molto semplice ed intuitivo da utilizzare e chiunque può provarlo, dal più nerd e geek fino alla persona che ha poca praticità con il computer e le tecnologie immersive. Oggi in molti settori si sta utilizzando la tecnologia a 360 gradi, dai nuovi giochi per console e PC al mondo del porno. I vantaggi di Coperniko sono molteplici, pensate di guardare un nuovo teaser di Skyrim VR, con la testa vi muoverete nel mondo fantasy, potrete camminare nei boschi o tra le vie di Solitude o Markarth e nel frattempo prepararvi a cambiare video con il pad avendo le mani libere. Oppure pensate di guardare una scena di un film, potrete spostarvi nelle stanze, seguire gli attori e zoomare su un dettaglio a voi piacevole solo usando la testa e tenendo le mani libere per mangiare pop corn.

Volete provare? Cliccate qui!

video-360

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Facebook: come organizzare e condividere un evento.

Facebook è il social media più utilizzato da persone e aziende per comunicare e promuovere eventi e servizi. Come fare un evento vincente?

Prima di passare a consigli pratici per l’apertura di una pagina evento, vi consigliamo di pensare alla vostra idea: potrebbe piacere? A chi volete parlare? Quali toni utilizzare per la comunicazione?

Grafica e contenuti.

Prima di pubblicare la pagina preparate un’immagine di profilo e una cover dell’evento. Ci sono delle regole da rispettare e dei formati specifici, seguite i consigli indicati da Facebook altrimenti rischierete di avere immagini sgranate o tagliate a metà. Create le informazioni scrivendo e dando dettagli di quello che proporrete durante l’evento facendo attenzione alle date e gli orari di pubblicazione.

Non lasciate la pagina evento vuota ma riempitela di contenuti e post perché genererete attenzione, commenti e condivisioni. Quando postate immagini e contenuti fate attenzione ai toni e alle immagini altrimenti rischierete una reputazione negativa. Vi consigliamo di condividere citazioni di autori, foto della preparazione dell’evento (ma solo un assaggino perché la suspense deve crescere nel tempo), storie, lavori del team dell’evento e qualche informazione dell’evento. Queste sono cose che piacciono alla maggior parte del pubblico!

Promozione e diffusione dell’evento.

Una volta pubblicata la pagina evento, dovrete diffonderla su Facebook e gli altri social. Non invitate amici o persone a voi vicine ma scegliete attentamente il target a cui vi rivolgete, in questo modo non farete spam ma vi ritroverete un pubblico che segue i vostri aggiornamenti ed è interessato ai contenuti.

Per scegliere il vostro target dovrete prendere in considerazione tutte le persone a cui volete rivolgervi e che potrebbero avere interesse, se state promuovendo un aperitivo in inglese non ha senso invitare persone a cui non interessano le lingue straniere così come non ha senso invitare persone che vivono a 100 km dal luogo dell’evento perché molto probabilmente sono troppo lontane e non riuscirebbero ad essere presenti.

Potrete far conoscere l’evento in vari modi: dall’invito personale su Facebook all’invio di un messaggio o una email personale fino alla promozione dell’evento (la promozione vale solo per eventi lanciati da Pagine aziendali e non da profili personali).

Gli altri social network, come Instagram, Twitter o G+ sono altrettanto importanti per la condivisione e la diffusione dell’evento. Consigliamo in tal caso di scegliere degli hashtag carini, divertenti e unici per poter dare una vostra identità all’evento e per poter ritrovare facilmente i post in cui si parla della vostra attività.

Noi consigliamo di dedicare le vostre forze all’organizzazione di un evento e di lavorare insieme con il nuovo modello di marketing per pianificare al meglio tutte le operazioni su Facebook per poter fare un lavoro professionale e performante.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Giornata della donna: International Women’s Day – Donne e tecnologie

L’8 marzo è la giornata internazionale della donna, fin dal 1908 si vuole celebrare le conquiste sociali, politiche, economiche delle donne ma anche vuol ricordare al mondo intero le violenze e le discriminazioni che le donne hanno subito nel corso degli anni passati.

Il 1907 fu il primo anno in cui, durante un congresso, fu messo in discussione il voto delle donne e, fino agli anni ’70, le associazioni e le corporazioni femminili si sono moltiplicate per far sì che le discriminazioni sociali ed economiche fossero superate. L’Italia invece ha iniziato a ricordare il valore delle donne a partire dal 1922 e a partire dal 1946 viene istituita la mimosa come fiore dedicato alla celebre giornata.

Ma quante donne oggi lavorano nel settore dell’Innovazione tecnologica e settori scientifici e soprattutto come si rapportano al mondo digitale?

Secondo studi e analisi statistiche si riporta che le donne hanno una maggiore propensione alla creatività ed al cambiamento, sono multitasking, sono portate al problem solving e al teamworking rispetto agli uomini. Queste skills, soprattutto il cambiamento ed il problem solving sono molto apprezzate in ambito di innovazione tecnologica perché occorre pensare, trovare nuove idee e anticipare i trend del futuro.

A discapito delle statistiche legate alla propensione del ruolo femminile, notiamo che nel settore dello STEM (acronimo americano Science, Technology, Engineering and Mathematics) ci sono ancora pochissime donne. Stimiamo che ce ne sono poche che hanno dimestichezza con Agile ed il PM mentre quasi nessuna nel mondo della Cyber Security o Data Protection.

Cosa accadrà nel prossimo futuro?

Sicuramente nel brevissimo termine non ci saranno grossi cambiamenti, ma le cose stanno cambiando tantissimo. Alcuni settori si stanno aprendo al mondo femminile, pensiamo soprattutto al mondo della robotica, intelligenza artificiale e realtà virtuale che, fino a qualche anno fa, erano sconosciuti alla maggior parte delle persone.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ingredienti per una comunicazione digitale efficace

Hai ideato una nuova strategia per la tua azienda o hai inventato un prodotto ma non sai come fare per fare una buona comunicazione digitale? Ecco per te i 3 ingredienti per una comunicazione digitale efficace

Sito web

Il sito web è oggi una vetrina per ogni tipo di attività. L’utente visita l’azienda dal cellulare o dal PC di casa, guarda i contenuti e seleziona il prodotto o il servizio che vuole acquistare. Una volta che ha trovato tutte le informazioni, si reca in negozio o chiama per ordinare.

Il sito web dovrà quindi essere bello da vedere, riuscire a catturare l’attenzione degli utenti e soprattutto dovrà essere semplice da navigare. Per presentarti sul web occorre fare un sito creativo, colorato, che permetta interazioni con gli utenti e ricco di articoli che descrivono al meglio i tuoi prodotti e servizi, con immagini  sempre aggiornate e curate nel dettaglio. Le informazioni di contatto e la posizione del negozio dovranno essere chiare, altrimenti gli utenti saranno confusi e avranno una percezione negativa della tua azienda.

Per fare un buon sito web pensa e rifletti su quello che vuoi comunicare e poi inizia a lavorare per esporre al meglio le tue idee sul web.

Posizionamento

Un sito web ricco di informazioni, bello graficamente, dinamico e interattivo non basta per aumentare la propria visibilità: necessita un ottimo posizionamento sui motori di ricerca. Per posizionare il sito sul web occorre fare delle azioni di SEO e di content marketing.

Scegli attentamente i tuoi contenuti e differenziati dagli altri. Spesso i contenuti sembrano essere tutti uguali, asettici e poco coinvolgenti. Fino a qualche tempo fa questo stile comunicativo era efficace per descrivere l’azienda, ma oggi gli utenti cercano contenuti d’impatto, chiari e coinvolgenti. I contenuti più attrattivi sono quelli che generano più click e aiutano il sito a scalare le posizioni per diventare primi sui motori di ricerca. Le attività di SEO sono molteplici e complesse,quindi bisogna pensare con originalità alla SEO e al modo di ottenere click: questo è un settore fondamentale per mettere in evidenza il sito web e differenziarlo dai competitors.

Social Media

I Social Media sono sicuramente i mezzi di diffusione e condivisione più efficaci sul web. Il tuo sito, le tue idee, i tuoi prodotti vengono lanciati nella rete, ma attenzione a come ti presenti sui Social. Utilizza termini semplici e comprensibili per tutti, pubblica foto e immagini non solo dei prodotti, ma anche di attività quotidiane della tua azienda o eventi di settore, così da coinvolgere i tuoi utenti. Parla con il tuo pubblico e cerca di raggiungere il maggior numero di condivisioni, così da creare interazione con esso. Infine, rispondi ai tuoi followers e non lasciare la pagina vuota: non curandoti di questi dettagli genererai una cattiva reputazione.

Fare un sito web e creare una comunicazione digitale non è un lavoro semplice e immediato, occorre fare uno studio di settore e pianificare dettagliatamente tutte le attività. Teoricamente chiunque potrà fare un sito web, ma nella maggior parte dei casi i “siti fai da te” sono quelli che avranno molti problemi legati alla creatività, alla grafica o al posizionamento. Rivolgiti ai consulenti del nuovo modello di marketing per pianificare e lanciare la tua comunicazione in modo efficace!

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS