La tua presenza sul web è quella ottimale?

presenza web

Dopo una breve pausa siamo tornati, abbiamo tanto da dire e tanto da scrivere, oggi trattiamo un problema comune a molte aziende, ovvero la presenza sul web.

Possiamo definire l’importanza della presenza di un’azienda su internet direttamente proporzionale alla crescita esponenziale che ha avuto la rete negli ultimi anni.

Internet è ai giorni nostri uno strumento di marketing dalle enormi potenzialità, basti pensare a come un sito di e-commerce permetta di raggiungere clienti e potenziali, su scala praticamente internazionale. Partendo da questi presupposti, un’azienda che non possiede una buona visibilità in rete è esclusa da tutti i benefici che un sito ben ottimizzato e navigabile, facilmente può offrire.

Viceversa un sito non aggiornato e privo di contenuti può essere controproducente, fornire un’immagine distorta di quello che è l’azienda, i suoi prodotti e le persone che stanno dietro al brand.

In seguito un rapido elenco di semplici ma efficaci regole da seguire per una presenza sul web ottimale:

  • I contenuti al primo posto.

Il navigatore del vostro sito è un potenziale cliente. Quante attenzioni dareste a quest’ultimo? Uscirebbe dal vostro negozio senza avere un’idea chiara di quello che avete da offrire? Il sito estende quello che è l’azienda sul mercato, le attenzioni rivolti ad un visitatore dovrebbero essere le stesse rivolte personalmente ad un cliente. Puntare su pagine molto curate e ricche di contenuti, aggiornarle costantemente di informazioni, far che si il navigatore sia emozionato dalla visita e decida di rimanere, è fondamentale per la vostra attività.

  • Il posizionamento.

Non serve creare il migliore sito del mondo se nessuno riuscirà mai a trovarlo. Oltre a creare un ottimo sito sarà altresì importante far si che i principali motori di ricerca, e di conseguenza il nostro potenziale cliente, siano in grado di trovarlo.  Occorre una vera e propria campagna marketing anche sui motori di ricerca (le varie SEO e SEM), un’impostazione di quelle che sono le parole chiave, che verranno poi utilizzate dalla maggior parte degli utenti per trovare prodotti, servizi o informazioni.

  •  Le campagne

Quando il vostro sito non è posizionato tra i primi risultati dei motori di ricerca, possono essere molto utili, per raggiungere il vostro target, delle campagne pubblicitarie le cosiddette pay per clic.

Queste permettono di incrementare la visibilità del vostro sito, migliorare la vostra presenza sul web e, di conseguenza, la visibilità della vostra azienda, ma solo se utilizzate con criterio. I link attivati da queste tipologie di campagne devono assolutamente risultare in target con quelli che sono i vostri obiettivi. È importantissimo farsi vedere su portali che siano attinenti al vostro prodotto o alla vostra azienda, altrimenti il risultato potrebbe essere l’opposto di quello desiderato.

Come anticipato in apertura, oggi il web è fondamentale per qualsiasi azienda. Apre sbocchi che, fino a pochi anni fa, erano praticamente impensabili.  Internet permette anche alla piccola e media impresa di farsi conoscere in tutto il mondo, il tutto a costi molto più ristretti rispetto ai tradizionali mezzi di comunicazione.  Ma allo stesso tempo si tratta di un mondo complesso da affrontare con competenza e professionalità. Spesso fare tutto da soli può non essere sufficiente, diviene fondamentale circondarsi di professionisti del settore in grado di riuscire a far compiere alla vostra azienda il salto di qualità che avete sempre desiderato.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Come posizionare il tuo sito sui motori di ricerca? Scopriamolo insieme.

 

posizionamento

Il posizionamento di un sito o di una pagina web con il passare degli anni ha assunto un’importanza vitale. Permettere al proprio sito di posizionarsi tra i primi risultati prodotti dei motori di ricerca potrebbe fare la differenza tra rimanere dei perfetti sconosciuti o avere successo. È un argomento molto complesso, di cui occuparsi già dal momento in cui si concepisce il sito stesso. Trattare il posizionamento in modo superfluo o sottovalutarlo potrebbe voler dire essere penalizzati. Il sito potrebbe scomparire dalle ricerche degli utenti. Conseguenza diretta sarà un danno economico rilevante, soprattutto se la nostra idea è quella di utilizzare il web come strumento di vendita e informazione.

Come permettere al nostro sito di essere ben posizionato? Sono fondamentali alcuni semplici accorgimenti.

Improvvisati visitatore.
Mettiti nei panni di un utente, prova a percepire cosa cerca durante la sua visita. Osserva il suo comportamento all’interno della tua pagina. Prova a capire a cosa è realmente interessato, effettua dei test che ti consentano di percepire cosa potrebbe non andare e basati su questi per creare modifiche e miglioramenti.

Crea dei buoni contenuti.
Sono la parte più importante di qualsiasi sito. Se ti stai soffermando troppo esclusivamente su quella che sarà la parte estetica, certamente stai sbagliando qualcosa. Il sito deve essere accattivante graficamente ma prima di tutto deve essere convincente e saper comunicare.

Privilegia la semplicità.
Molti dei siti di maggior successo, quali ad esempio possono essere lo stesso google o facebook, si caratterizzano per la loro semplicità. Lo scopo principale per cui è stato concepito il nostro lavoro è venire incontro alle necessità dei visitatori, prima di annettere una qualsiasi opzione aggiuntiva al tuo progetto, tieni in mente questo importante requisito.

Guida il tuo utente.
Non creare confusione nel visitatore, guidalo nella sua esperienza all’interno del tuo sito o del tuo blog. Connetti il tutto in modo da rendere più scorrevole la sua esperienza, collegamenti e menù di navigazione ben definiti sono utilissimi a questo scopo. Metti ben in risalto il percorso che l’utente dovrà seguire per raggiungere le informazioni che desidera. Ridurre al minimo il numero di click aumenterà la percentuale di conversione, sono metodi semplici ma spesso trascurati.
Il posizionamento di un sito è fondamentale, ma è allo stesso tempo un argomento complesso. Prova a seguire i nostri semplici consigli e ricorda, un buon sito deve riuscire a mettere a proprio agio il visitatore e dare informazioni soddisfacenti. Questo connubio permettere all’utente di rimanere più tempo sul sito e generare traffico. Questa operazione è indispensabile, aiuterà i motori di ricerca a soddisfare le esigenze di chi utilizza questi ultimi per ricercare informazioni di qualsiasi genere. Farsi trovare è fondamentale.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Vendite online? Alcuni pratici consigli per migliorare la tua strategia web.

vendita online

La vendita online continua a crescere, frutto della ormai indispensabile presenza di internet nella nostra vita quotidiana. Ma se da un lato i brand più famosi, grazie anche alla disponibilità di capitali molto meno esigui, sembrano sfruttare al meglio moderne potenzialità di vendita, dall’altro le piccole e medie imprese stentano, nell’impostare correttamente,strategie orientate a questa “nuova” tipologia di commercio.

Ma chi non possiede ingenti capitali è davvero destinato ad essere escluso dal mondo dell’e-commerce?

Non è cosi, e le ultime statistiche di google avvalorano la nostra tesi. Quali possono essere allora i punti chiavi per impostare una corretta strategia di marketing orientata alla vendita online?

Non possediamo la bacchetta magica, ma proviamo a fornirvi dei suggerimenti che potrebbero tornare utili:

  • Le analytics sono fondamentali.

Impostare le analytics per monitorare il vostro e-commerce è uno dei passaggi più importanti per la vendita online. Il vostro sito e le analytics devono essere collegati e comunicarvi costantemente tutto quello che riguarda vendite, prodotti più venduti, accessi al sito e, non meno importante, a che punto del suo viaggio sul vostro sito il cliente abbandona la sua visita.

  •  Definiamo i nostri obiettivi.

Adesso siamo in grado di scoprire quanto accade sul nostro sito, concentriamoci sulle vendite. Quanto voglio vendere in un dato periodo? Quali saranno i miei incassi? Quanto mi costa ottenere quello che desidero? Investire in pubblicità è fondamentale, ma come abbiamo anticipato, noi non rientriamo tra i magnati del commercio. Utilizzare dei modelli di calcolo che permettano di fare una previsione realistica e confrontare il budget a disposizione con le potenziali entrate sarà indispensabile.

 

  • Vendere.

Trattato per ultimo, rimane il fine più importante. Indispensabili per la nostra vendita online saranno i visitatori del nostro sito e il tasso di conversione, ovvero, quanti visitatori effettivamente comprano? Sarà fondamentale aumentare il numero di visitatori di base, migliorando la visibilità del sito, li possono aiutarci tutti i servizi di posizionamento offerti da google. Campagne di Email marketing, SEO e social media marketing non possono essere precluse. Individuare quali parole chiavi portano maggiori vendite, tramite campagne Adwords è un ottimo punto di partenza.

Nell’epoca della digitalizzazione, il potere del web è altissimo, associato ad una corretta gestione dei profili social, fornisce una visibilità ampia con costi molto contenuti, soprattutto se paragonati a quelli dei “vecchi” modelli di comunicazione. Provate a seguire i nostri consigli, e non scoraggiatevi alle prime difficoltà. Sono necessari pazienza, costanza e tempo, per ottenere un incremento delle visite, che nel lungo periodo si possa trasformare in un incremento delle vendite. Più investiamo in maniera corretta, maggiori saranno i guadagni potenziali ed effettivi. Viceversa investire in modo discontinuo, puntando a valorizzare il breve periodo, potrebbe portare a delle perdite di capitali che, nel lungo periodo, potrebbero risultare disastrose per la gestione della vostra attività.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Google plus è il social del futuro?

 

google plus

Vogliamo aprire quest’articolo analizzando un grafico. Le immagini parlano chiaro, i numeri di facebook sono lontani in modo stratosferico da quelli di google plus. Ma non è su quello che vogliamo soffermarci. Questa analisi, seppur non molto recente, ci mostra il numero di condivisioni compiute dagli utenti nel periodo sopra indicato. I dati si riferiscono agli USA, questa tendenza nel nostro paese potrebbe essere leggermente diversa, ma quello che risalta in modo molto evidente, è che il social di Mark Zuckerberg sembra attraversare un periodo di quasi stagnazione, cresce in modo costante, ma allo stesso tempo in modo molto lento. Viceversa, il social di google cresce in maniera esponenziale, in termini sia di numero di iscritti che di condivisioni.

  • Perché questa crescita?

Sono molteplici i servizi collegati, e forniti agli iscritti al social, basti pensare al servizio di posta gmail o al canale youtube, per non parlare degli utilizzatori di android (che hanno superato gli 800 milioni), i +1 posizionati nel download delle applicazioni scaricate da google play generano un traffico notevolissimo su google plus.

  •  Plus supererà mai facebook?

Vista la velocità con cui questo mondo si evolve, fare una stima certa è praticamente impossibile, si riesce a prevedere il fatto che, se i ritmi di crescita rimangono invariati nei prossimi anni, il sorpasso potrebbe avvenire nel giro di un paio di anni. Stima avvalorata dalla sempre maggiore influenza che il social di google ha sui motori di ricerca e dal quanto gli esperti del settore tendono a spingerlo come piattaforma social del futuro.

  •  In termini di SEO?

Diciamo che uno dei vantaggi principali sta nel fatto che un post creato su google plus presenta degli elementi di ottimizzazione simili a quelli delle pagine web. Ogni singolo contenuto è indicizzato per parole chiavi specifiche nelle serp di google. Allo stesso tempo la possibilità di svolgere attività di seo e sem consente di ottenere un posizionamento migliore sui motori di ricerca. Conseguenza diretta sarà un aumento di visibilità del brand. Ecco spiegato il perché i professionisti del settore spingono su questo social come anticipavamo pocanzi.

 

  • Come utilizzarlo efficacemente?

-       Utilizzare al meglio  parole chiave che consentano di colpire il target desiderato .

-       Ottimizzare le immagini e condividerle, sviluppandole in ottica SEO.

-       Inserire i link nella presentazione aziendale. Le pagine aziendali consentono di aggiungere più di un link, sarà utilissimo per indirizzare il traffico verso il sito.

Non sappiamo prevedere il futuro, ma siamo fortemente convinti del fatto che il web del futuro sia social, e una piattaforma capace di integrare tutti i servizi come google plus, fornirà all’utente tutto quello che desidera in termini di condivisione e indicizzazione.

Un plus varrà presto più di un like? Ai posteri l’ardua sentenza.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS